ECONOMIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Economia: Sforza Fogliani (Centro Studi Confedilizia) a "il Giornale", basta con il mattone-bancomat
 
 
Roma, 02 ott 09:18 - (Agenzia Nova) - L'Imu e Tasi, imposte patrimoniali sugli immobili, solo l'anno scorso hanno sottratto alle tasche degli italiani ben 22 miliardi di euro. Famiglie e imprese si sono viste sottrarre, tramite questo prelievo, ben 183 miliardi di euro nel periodo 2012-2019 con il doppio risultato negativo di comprimere consumi e investimenti devastando, al contempo, il mercato immobiliare. Tra i 23 ddl collegati alla Nota di aggiornamento al Def è rispuntata la riforma del catasto. Poi, la marcia indietro del viceministro dell'Economia Misiani che ha 'imitato' il Matteo Renzi nel 2015, spaventato dagli effetti mostruosi che avrebbe prodotto. "il Giornale" ha parlato di questa minaccia incombente sull'investimento preferito dagli italiani con il presidente del Centro studi Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani. Presidente Sforza Fogliani, il governo sembra aver cambiato repentinamente idea sulla riforma del catasto. "Bisogna vedere se l'Europa sarà d'accordo con questa intenzione, visto che gli organismi internazionali da anni chiedono di spostare la tassazione dalle persone ai beni mobili e immobili. Sarà difficile dire: 'Scusate, ci siamo sbagliati'. Probabilmente avranno temuto che questa mossa potesse determinare effetti negativi sulle prossime consultazioni regionali". In generale, come valuta i progetti di riforma del catasto? "Sarebbero una buona notizia se ci si potesse fidare di questo Stato. Purtroppo non ci sono le condizioni perché questo possa succedere. Qui in Emilia Romagna la Regione ha già approvato una delibera per aumentare gli oneri di costruzione, facendo riferimento ai valori Omi (Osservatorio del mercato immobiliare) che sono calcolati dall'Agenzia delle Entrate e sono superiori alla media dei valori reali. Lo scopo, ovviamente, è quello di fare cassa nonostante la giurisprudenza tributaria abbia detto che i valori Omi non possono fare testo perché non rappresentano realmente il mercato". (segue) (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..