NEPAL
 
Nepal: presidente Camera dei rappresentanti Mahara si dimette dopo accusa di stupro
 
 
Katmandu, 01 ott 14:15 - (Agenzia Nova) - Krishna Bahadur Mahara si è dimesso oggi da presidente della Camera dei rappresentanti, la camera bassa del Nepal, dopo essere stato accusato di stupro da una dipendente del Segretariato del parlamento, vicenda rivelata dal sito di informazione “Hamrakura.com”. L’accusatrice sostiene di essere stata stuprata nella propria casa di Katmandu da Mahara, che era ubriaco e le ha provocato delle lesioni, e di aver chiamato dopo la violenza la polizia, che ha provveduto a raccogliere la denuncia e ai rilievi fotografici. Il politico ha respinto le accuse, ma, dopo una riunione della segreteria del Partito comunista del Nepal (Ncp), al quale appartiene, ha deciso di lasciare l’incarico. “Mi dimetto per motivi morali, con effetto da oggi, per facilitare un’inchiesta imparziale sulle accuse emerse sui media che sollevano dubbi sulla mia persona, finché l’inchiesta non sarà finita”, si legge nella lettera di Mahara, in cui non si fa riferimento, però, anche a dimissioni da deputato. Il parlamento non è in seduta al momento, pertanto per l’elezione di un nuovo presidente della Camera si dovrà aspettare la sessione parlamentare invernale.

(Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..