SPECIALE ENERGIA
 
Speciale energia: Sudafrica, Ramaphosa annuncia strategia di crescita economica “entro le prossime settimane”
 
 
Dodoma, 01 ott 14:00 - (Agenzia Nova) - Il governo del Sudafrica metterà a punto una chiara strategia di crescita economica “entro le prossime settimane”. Lo ha annunciato ieri il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa nel primo dei suoi messaggi settimanali alla nazione, secondo quest'anno l'economia registrerà una crescita inferiore alle aspettative e molto inferiore a quella di cui il paese ha bisogno. “Basandosi su un piano di stimolo e ripresa, il governo metterà a punto una chiara strategia di crescita economica entro le prossime settimane”, ha detto Ramaphosa, in riferimento a un piano che comprende la ristrutturazione di imprese statali come la compagnia statale di distribuzione dell’energia elettrica Eskom e l'istituzione di un fondo infrastrutturale. Senza fornire dettagli specifici sul suo piano, Ramaphosa ha affermato che il lavoro “si sta svolgendo in un momento in cui le finanze del governo sono molto sollecitate e c'è poco spazio per aumentare le spese o i prestiti”. Questo, ha aggiunto, significa che il governo ha bisogno di spendere le risorse in modo più intelligente, sbarazzandosi degli sprechi e spostando più risorse sugli investimenti in infrastrutture. Il ministro delle Finanze, Tito Mboweni, ha dichiarato questo mese che è improbabile che la crescita economica del Sudafrica raggiunga l'obiettivo dell'1,5 per cento nel 2019 stabilito dal ministero del Tesoro poiché le condizioni sono cambiate e il paese si trova ad affrontare “venti contrari”. Lo scorso 12 settembre la Banca centrale del Sudafrica ha annunciato che manterrà per il momento invariato il suo tasso di interesse nonostante le prospettive di inflazione dopo che l'agenzia internazionale di rating Moody's ha ulteriormente ridotto le sue previsioni di crescita economica per il Sudafrica allo 0,7 per cento nel 2019 rispetto all'1 per cento stimato nel mese di giugno. A causare la revisione la ribasso, ha spiegato il managing director di Moody’s per l’Europa, il Medio Oriente e l’Africa, Antonello Aquino, è stato il rallentamento della crescita a livello globale e regionale che avrà un impatto negativo sulle entrate fiscali del governo e danneggerà la crescita dell’economia sudafricana. Per quanto riguarda il 2020, Moody’s stima una crescita dell’1,5 per cento. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..