CINA
Mostra l'articolo per intero...
 
Cina: stabilità e coesione al centro del 70mo anniversario della Repubblica Popolare (3)
 
 
Pechino, 01 ott 12:54 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro cinese, Li Keqiang, ha ammesso il mese scorso che sarà “molto difficile” per l’economia cinese mantenere una crescita del 6 per cento o superiore, a causa delle incertezze che caratterizzano il contesto globale. Il governo cinese, attento alla traiettoria dell’indebitamento, ha mantenuto una generica preferenza per le riforme strutturali tese a dare impulso alla produttività, in luogo degli interventi di stimolo fiscale su larga scala. All’orizzonte della Cina, i principali analisti istituzionali del globo scorgono comunque un progressivo rallentamento della crescita, che secondo la Banca mondiale potrebbe ridursi ad appena l’1,7 per cento entro gli anni Trenta di questo secolo, in assenza di misure decise di riallocazione delle risorse. (segue) (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..