BOSNIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Bosnia: esponente serbo Dodik, governo vincolato a presenza giudici stranieri Corte costituzionale (2)
 
 
Sarajevo , 01 ott 09:55 - (Agenzia Nova) - La Bosnia-Erzegovina sta affrontando una "crisi politica profonda", ma la pace e la stabilità non sono a ogni modo in pericolo, ha dichiarato all'inizio di settembre il rappresentante serbo nella presidenza tripartita di Sarajevo e leader dell'Alleanza dei social-democratici indipendenti (Snsd) in conferenza stampa. Secondo quanto riferisce il sito di informazione "Klix", Dodik ha in questo modo commentato il fatto che il termine per la formazione del nuovo governo in base ai risultati delle elezioni di ottobre concordato in precedenza è scaduto all'inizio di settembre. Dodik ha annunciato di volere "rivolgermi a breve all'Assemblea popolare della Repubblica Srpska, l'entità serba della Bosnia, per analizzare la situazione attuale". Dodik ha dichiarato che l'accordo sulla formazione della maggioranza firmato il 5 agosto "è stato infranto prima che si asciugasse l'inchiostro con cui è stato firmato, sia da attori politici bosniaci che da alcuni rappresentanti della comunità internazionale". (segue) (Bos)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..