MAROCCO
Mostra l'articolo per intero...
 
Marocco: parlamento, la maggioranza alla prova sulle libertà individuali (2)
 
 
Rabat, 01 ott 09:32 - (Agenzia Nova) - Ieri la giornalista marocchina Hajar Raissouni e il fidanzato Rifaat al Amine sono stati condannati a un anno di prigione dal Tribunale di primo grado di Rabat per "aborto illegale" e "sesso non coniugale". Il medico che ha eseguito l'aborto è stato condannato a due anni di carcere, non potrà esercitare le sue funzioni fino alla fine della pena detentiva ed è stato multato per 500 dirham (circa 50 euro). L'assistente del medico è stato condannato a otto mesi di carcere, ma con la sospensione condizionale della pena. L'anestesista, invece, è stato interdetto dall’esercizio della professione per un anno. Il caso ha fatto riemergere in Marocco il problema della depenalizzazione dei reati legati alle libertà individuali. (Mar)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..