ONU
Mostra l'articolo per intero...
 
Onu: Casaleggio, pretendere per tutti accesso pieno a cittadinanza digitale
 
 
Roma, 01 ott 08:55 - (Agenzia Nova) - Il presidente dell'associazione Rousseau Davide Casaleggio nel suo intervento a un evento tematico sulla digitalizzazione alle Nazioni Unite, ha rimarcato la necessità di garantire a tutti pieno accesso alla cittadinanza digitale. "Se oggi siamo qui - ha esordito all'Onu - è perché, nel corso della storia, le innovazioni tecnologiche hanno sempre portato alla nascita di nuovi diritti e nuovi strumenti per esercitare quelli esistenti. Perché non avere accesso a certe tecnologie significa non poter esercitare pienamente tutti i diritti. La storia ce lo dimostra". Quindi, Casaleggio parte dalla prima rivoluzione industriale durante la quale "l’invenzione del motore a vapore creò un profondo cambiamento sociale. Soprattutto venne abolita la schiavitù e nacquero nuovi diritti come la cittadinanza senza differenza di razza. Eppure, a distanza di due secoli, ancora oggi 600 milioni di persone vivono in piccole fattorie senza alcuna meccanizzazione, e 40 milioni di persone al mondo sono in condizioni di schiavitù. La seconda rivoluzione industriale - prosegue - ha portato l’invenzione dell’elettricità, e del motore a scoppio. Queste innovazioni consentirono l’emancipazione del concetto di lavoro da quello di forza fisica. Le donne potevano lavorare e si arrivò ad una cittadinanza senza distinzione di sesso e furono introdotte le limitazioni del lavoro minorile. In quegli anni, nacquero le battaglie anche per il libero accesso ai servizi sanitari e ai trasporti che nel frattempo avevano visto miglioramenti epocali. Eppure ancora oggi una persona su tre nel mondo (2,4 miliardi) non ha acqua pulita e ha problemi sanitari e uno su sei non ha l’elettricità (1.2 miliardi)". (segue) (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..