SPECIALE INFRASTRUTTURE
 
Speciale infrastrutture: Cambogia, progetti cinesi alimentano timori di un insediamento militare
 
 
Phnom Penh, 13 ago 17:00 - (Agenzia Nova) - Il continuo afflusso di turisti e investimenti cinesi in Cambogia alimenta i sospetti che Pechino intenda consolidare una presenza militare in quel paese del Sud-est asiatico, così da rafforzare la propria influenza regionale. Il progetto sostenuto dalla Cina di un nuovo resort a Dara Sakor, nella provincia di Koh Kong – circa 400 chilometri a sud di Phnom Penh – copre quasi il 20 per cento della superficie costiera della Cambogia. Gli sviluppatori cinesi del progetto hanno ottenuto un leasing di 99 anni dal governo cambogiano, esteso a una superficie di 36mila ettari in quella provincia. Il sospetto degli Stati Uniti, espresso già lo scorso novembre dal vicepresidente Usa Mike Pence, in una lettera al premier cambogiano Hun Sen, è che Pechino intenda realizzare una base navale nel paese. Nelle scorse settimane hanno espresso pubblicamente il loro riserbo anche il viece assistente segretario della Difesa Joseph Felter, e il deputato Steve Chabo; i governi di Cambogia e Cina negano però che dietro i progetti infrastrutturali si celino agende segrete. (Fim)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..