ALBANIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Albania: criminali impegnati in campagna elettorale maggioranza, per Rama intercettazioni non sono prove

Tirana, 07 giu 2019 12:39 - (Agenzia Nova) - Le intercettazioni non sono prove ma solo indizi che vanno indagati: lo ha affermato il premier albanese di centro sinistra Edi Rama, commentando la pubblicazione, da parte del quotidiano tedesco “Bild”, di alcune intercettazioni, le quali hanno scoperto l'impegno di Astrit Avdulaj, esponente di un gruppo criminale albanese dedito al traffico di eroina, nella campagna elettorale delle politiche del 2017, a sostegno dei candidati della maggioranza nella zona di Durazzo. Le intercettazioni sono state realizzate dalla procura albanese, nel corso di un'inchiesta che ha portato in manette lo scorso anno gran parte del gruppo criminale con base a Shijak, località a pochi chilometri a nord di Durazzo. A parere di Rama l'inchiesta non sarebbe stata portata avanti "e tenuta per utilizzare alcuni suoi elementi per ricatti politici, poiché' di sicuro c’è chi all'interno della procura è legato alla politica", ha detto il premier in un'intervista per l'emittente tv albanese “Vizion Plus”. (segue) (Alt)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE