SIRIA
 
Siria: media russi accusano Tahrir al Sham per attacco chimico contro esercito
 
 
Damasco, 13 feb 11:51 - (Agenzia Nova) - Il gruppo jihadista Tahrir al Sham, ex Fronte al Nusra, avrebbe utilizzato sostanze chimiche in un attacco contro una postazione dell’Esercito arabo siriano (Saa) nella zona sud-orientale della provincia di Idlib, nel nord-ovest della Siria. Lo sostiene il servizio in lingua araba dell’agenzia di stampa russa “Sputnik”, secondo cui diversi militari siriani sarebbero stati ricoverati in un ospedale della zona nella giornata di ieri a seguito dell’attacco, avvenuto nella regione di Sham al Hafa. La notizia è stata rilanciata dal quotidiano online “al Masdar”, edito a Beirut e vicino alle posizioni di Damasco, da fonti delle Saa. Non è tuttavia ancora chiaro che tipo di sostanza sia stata utilizzata. Solo pochi giorni fa il ministero degli Esteri russo aveva fatto sapere che i ribelli jihadisti stavano preparando “una nuova provocazione con armi chimiche” nel governatorato di Idlib. Nell’area è in vigore l’accordo stretto tra Russia e Turchia lo scorso settembre per l’istituzione di una zona “demilitarizzata”. Secondo Mosca, tuttavia, quell’intesa non è mai stata pienamente applicata e Tahrir al Sham controllerebbe attualmente il 70 per cento dell’area in cui è stato stabilito il cessate il fuoco. La questione è stata sollevata nei giorni scorsi dal ministro della Difesa russo, Sergei Shoigu, in occasione di un incontro con l’omologo turco Hulusi Akar, e sarà tra i temi al centro del vertice del “formato Astana” (animato da Russia, Turchia e Iran) in programma domani a Sochi, sul Mar Nero. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..