ITALIA-UNGHERIA
 
Italia-Ungheria: Budapest con Liberty Bridge alla Biennale di Venezia
Roma, 22 mag 2018 15:00 - (Agenzia Nova) - La Biennale di Venezia - 16. Mostra Internazionale di Architettura, dal titolo Freesapce, a cura di Yvonne Farrell e Shelley McNamara, sarà affiancata, come di consueto, da numerose partecipazioni nazionali negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia. Secondo quanto riferisce un comunicato, l’Ungheria quest’anno torna con un’installazione panoramica/elevata (11 m di altezza, 36 mq), ispirata al famoso Liberty Bridge (Ponte della Libertà/Szabadság híd) di Budapest, realizzata dallo Studio Nomad (Bence Pásztor, Soma Pongor e Dávid Tarcali) e collocata al centro del Padiglione Ungheria. Curatori: Kultúrgorilla (Júlia Oravecz, Éva Tornyánszki e Anna Gottler). L’idea di questo progetto architettonico piuttosto intrigante si ispira ad un fatto concreto avvenuto nell’estate del 2016, quando il noto ponte ungherese - costruito tra il 1894 e il 1896 su progetto di János Feketeházy ed inaugurato alla presenza dell'imperatore Francesco Giuseppe - venne chiuso al traffico per via dei lavori di infrastruttura della capitale, e successivamente occupato dalla Y generazione della capitale ungherese.

Difatti il “ponte occupato”, senza alcuna ideologia, ben presto divenne il palcoscenico dei creativi budapestini, ospitando concerti, spettacoli teatrali, lezioni di joga e sollevò alcuni quesiti urbanistici. Il progetto espositivo, vincitore di un concorso nazionale, realizzato dal Museo Ludwig di Budapest, dal team di curatori Kultúrgorilla e dagli architetti dello Studio Nomad, si interroga su come un ponte storicamente importante, quale il Ponte della Libertà di Budapest possa essere divenuto uno spazio pubblico. (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..