FINESTRA SUL MONDO
 
Finestra sul mondo: Spagna, Francesco contro Juana: un caso nazionale
Madrid, 28 lug 11:09 - (Agenzia Nova) - Ha assunto rilievo nazionale in Spagna il caso di una coppia italo-spagnola che si contende l'affidamento dei figli. Il padre italiano denuncerà la mamma spagnola per "sequestro" dei figli: Francesco Arcuri si era presentato al punto di incontro fissato da una giudice di Granada perché i minori, 11 e 3 anni, potessero tornare nella loro "residenza abituale". Ma Juana Rivas, fuggita con i figli dall'abitazione di Carloforte, in Sardegna, ha deciso di non presentarsi facendo perdere le tracce di sé e dei ragazzi. La mamma denuncia i maltrattamenti subiti da Arcuri, già condannato una volta a tre mesi di reclusione, e si è guadagnata la solidarietà del paesino in provincia di Granada da cui proviene. Il caso occupa da giorni le cronache della stampa nazionale e si incrocia con l'intesa raggiunta in Parlamento su una riforma organica della legge contro la violenza di genere. Una legge che i legali della Rivas hanno chiesto di applicare da subito per proteggere la Rivas e appoggiare la sua richiesta di protezione dalle istanze del marito. La vicenda diventa oggetto di un editoriale del quotidiano "El Pais" secondo cui il cuore del problema sta nell'aver applicato il diritto internazionale, che impedisce a chiunque di far uscire i minori da un paese senza il consenso dei genitori, "senza fermarsi a considerare la nuova denuncia per violenza di genere che si sta esaminando, né attendere il suo esito". Indipendentemente da chi abbia ragione, chiude la testata, "la giustizia italiana e spagnola hanno innanzi tutto l'obbligo di garantire il benessere e la sicurezza tanto delle vittime della violenza di genere quanto dei loro figli". Ma è il quotidiano "Abc" a scommettere di più sull'attualità della notizia. Solo nella giornata di ieri fa uscire un articolo di sintesi dei fatti, uno sulle dichiarazioni del legale di Rivas, una scheda a domande e risposte sul caso e un ritratto della mamma 35 enne, "donna creativa", che per qualche tempo ha avuto un negozio di prodotti ecologici. (Sit)
ARTICOLI CORRELATI