SPECIALE DIFESA

 
 

Speciale difesa: Siria, gli Usa negano di aver bombardato una moschea

Washington, 21 mar 2017 15:00 - (Agenzia Nova) - Il Pentagono ha confermato ieri d‘aver effettuato un attacco aereo contro militanti di al Qaeda ad al Jinah, in Siria, uccidendo diversi estremisti. Il Comando centrale statunitense ha però negato di aver colpito una moschea nell'area, come denunciato da attivisti locali secondo cui la distruzione dell'edificio di culto avrebbe provocato la morte di numerosi civili. "Non abbiamo bersagliato alcuna moschea", ha dichiarato il portavoce del Comando centrale, colonnello John J. Thomas. "L'edificio che abbiamo bersagliato è ora distrutto. C‘è una moschea a 15 metri, ed è ancora in piedi". Tuttavia, secondo un attivista locale, Mohamed al Shaghel, le persone colpite dall'attacco "non erano affiliate ad alcuna fazione militare o politica". "Sono passato dall'ospedale", ha dichiarato l'uomo. "Mi hanno detto che 50 persone sono morte e altre 50 ferite, e i soccorritori stanno ancora scavando tra le macerie". (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE