LIBIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Libia: ucciso capo artificiere di Bengasi (2)
Tripoli, 10 lug 2016 09:47 - (Agenzia Nova) - Secondo “al Wasat”, il reparto di cui faceva parte conta numerosi caduti a causa della scarsità degli strumenti a disposizione, che espongono gli artificieri libici a rischi impensabili per gli standard occidentali. Il tenente è il secondo ufficiale dell’Esercito libico a perdere la vita questa settimana, dopo la morte di Idris Al Obeidi, pilota del MiG-23 precipitato vicino Bengasi lo scorso 6 di luglio. Anche al Obeidi era molto popolare tra le truppe del generale Haftar. Non sono ancora chiari i motivi che hanno provocato lo schianto del velivolo militare di fabbricazione russa. Il MiG è precipitato dopo aver compiuto un raid contro una postazione delle milizie islamiste alleate dello Stato islamico, nella zona di al Qawarsha, 14 chilometri a est di Bengasi. La zona è teatro di combattimenti tra l’Esercito nazionale libico e le milizie islamiste, e da giorni i caccia compiono attacchi contro quegli obiettivi. (Res)
ARTICOLI CORRELATI