Forum Italia-Albania

Cresce l'intesa con il paese delle aquile
 
Milano, 18 gen - (Agenzia Nova) - L’Albania  ha percorso “una lunga strada negli ultimi 20 anni per avvicinarsi al resto del mondo, grazie all’importante sostegno del governo italiano”. È quanto affermato oggi a Milano dal premier albanese, Sali Berisha, nel suo intervento al Forum economico bilaterale Italia-Albania, tenuto presso la sede della Camera di Commercio del capoluogo lombardo.

Il forum è stato organizzato da Promos-Camera di Commercio di Milano, in collaborazione con il governo albanese, l’ambasciata d’Italia a Tirana, l’Istituto nazionale per il commercio estero (Ice), la regione Lombardia, Assolombarda e l’Associazione italiana commercio estero (Aice), con il patrocinio della Commissione europea e della Provincia di Milano. Vi hanno partecipato, oltre a Berisha, il ministro dello Sviluppo economico italiano, Paolo Romani, il vice ministro dell’Economia e dell’energia albanese, Eno Bozdo, il presidente della regione Lombardia, Roberto Formigoni e il sindaco di Milano, Letizia Moratti.
   Roberto Formigoni, Sali Berisha e Letizia Moratti

 

Berisha presenta il suo "piccolo-grande paese"
 

Milano, 18 gen - (Agenzia Nova) -  Nel suo intervento al Forum economico, Berisha ha definito l'Albania "un piccolo-grande paese" sulla strada dello sviluppo., "Ora in Albania sono in corso lavori per la “costruzione di infrastrutture modernissime - ha detto Berisha -. Si stanno sviluppando le tecnologie digitali e la rete Internet - ha detto ancora il primo ministro -. Lo sforzo per eliminare gli ostacoli burocratici porta risultati eccellenti. Tante tariffe sono state abolite e il regime fiscale è favorevole alle imprese. Esiste inoltre un’agenzia apposita per gli investitori stranieri: la Aida (Agenzia albanese per gli investimenti e lo sviluppo, Ndr)”.

 

Grande importanza viene data anche al settore energetico. “Sta emergendo la green energy con le centrali idroelettriche - ha detto ancora Berisha - e in questo campo esiste una partnership pubblico-privata interna, in attesa degli investitori stranieri. Aziende italiane (il gruppo Moncada) lavorano nell’eolico ed ora acquisterà sempre più importanza l’energia proveniente dal Mar Caspio. Un solo campo petrolifero a Patos (nel distretto sud occidentale albanese di Fier, ndr) ha una riserva di 2 milioni di barili”. Berisha ha ricordato l’apertura del paese delle aquile all’energia nucleare e ha aggiunto che il turismo “sta fiorendo”.

 

Il mercato del lavoro albanese, inoltre, è estremamente appetibile: “Perché andare in Cina? – ha detto Berisha -. La registrazione delle imprese costa solo un euro e l’economia albanese ha resistito alla crisi”. Berisha ha infine ringraziato il ministro degli Esteri, Franco Frattini, e il presidente del Consiglio italiano, Silvio Berlusconi, per il contributo di Roma all’abolizione del regime di liberalizzazione dei visti per i cittadini albanesi, ora liberi di viaggiare nell’Ue senza passare per i consolati e la ambasciate.

  Il premier albanese, Sali Berisha
 
Il memorandum d'intesa tra le Camere di Commercio
 
Milano, 18 gen - (Agenzia Nova) - Nell’ambito del forum è stato firmato un memorandum d’intesa tra Promos-Camera di commercio di Milano e l’Unione delle Camere di commercio e dell’industria albanesi. Alla sigla dell’accordo hanno preso parte i presidenti delle due società, rispettivamente Bruno Ermolli per l’Italia e Ilir Zhilla per il paese delle aquile. Ermolli, nel suo intervento al forum, ha ricordato l’accordo di partenariato strategico firmato tra il governo italiano e quello albanese lo scorso anno, dicendo che “l’Albania è una delle corsie economiche preferenziali per lo sviluppo delle Pmi italiane verso l’Europa sud-orientale, e da oltre 15 anni è parte integrante del percorso di Promos nel Mediterraneo”.
 
“Per questo - ha proseguito Ermolli - con l'iniziativa di oggi intendiamo favorire lo scambio di tecnologie e ‘know-how’ imprenditoriale, la formazione del capitale umano, la cooperazione finanziaria e l'attrazione di investimenti. Consapevole del ruolo dell'Albania nel percorso di integrazione dei Balcani in Europa e nell’area mediterranea, Promos intende dare continuità al forum economico italo-albanese con appuntamenti annuali a Tirana e Milano, e tra pochi mesi tornare in Albania con una missione imprenditoriale di sistema”. Ermolli ha ricordato che l'Italia è uno dei principali investitori in Albania e ne è il primo partner commerciale, con una quota del 33 per cento dell'interscambio complessivo (2009) pari a circa 1,3 miliardi di euro.