La Cavour a Gedda
Conferenza stampa a bordo della portaerei
 
Da bordo della nave Cavour, 19 nov  - L’Italia è ben vista in tutta l’Arabia Saudita per le capacità imprenditoriali che ha sviluppato in vari campi. Lo ha detto oggi l’ambasciatore italiano a Riad, Mario Boffo, in una conferenza stampa indetta assieme all’ammiraglio Paolo Treu sulla portaerei Cavour, alla presenza dei rappresentanti di tre importanti aziende italiane: Finmeccanica, Fincantieri ed Elettronica. Una conferenza stampa per illustrare alla comunità saudita la missione in tutti i suoi dettagli. “Questa è un’opportunità per lavorare insieme - ha detto l’ambasciatore Boffo - e l’Italia è ben vista in tutta l’Arabia Saudita proprio per le sue capacità imprenditoriali in vari campi”.
 
Domenico Rocco di Fincantieri ha evidenziato le caratteristiche tecniche della portaerei costruita nel 2004, un gioiello della cantieristica italiana da far conoscere all’estero. “Vogliamo far vedere quello che l’Italia è capace di fare”, ha evidenziato l’ambasciatore Boffo. L’ammiraglio Treu, da parte sua, ha sottolineato più volte che la tappa di Gedda è una delle più importanti nella regione mediorientale: “Questa è una nave dai molteplici ruoli - ha detto - e bisogna ricordare che tra le priorità della campagna navale ci sono anche la lotta alla pirateria marittima e la missione umanitaria, quest’ultima assieme alle fondazioni Operation Smile, Francesca Rava e alla Croce Rossa”.
 
“Per noi è importante - ha concluso Treu - instaurare un rapporto di amicizia, mostrando che l’Italia oltre alla testa, ha anche molto cuore”. Alla conferenza erano presenti anche alcuni ragazzi di una scuola italiana internazionale di Gedda, che hanno donato una decorazione natalizia, fatta da loro, all’ammiraglio e all’intero equipaggio. (Giuliano Ferrigno)
 

Conferenza stampa alla presenza dell'ambasciatore italiano in Arabia Saudita, Mario Boffo

 

 

LE TAPPE PRECEDENTI