Napolitano a Zagabria

Roma e Zagabria insieme per l’ingresso dei Balcani nell’Ue
 
Zagabria, 14 lug - (Agenzia Nova) - Il presidente italiano, Giorgio Napolitano, e il suo omologo croato, Ivo Josipovic, hanno ribadito oggi, al termine del loro incontro a Zagabria, l’importanza del percorso d’adesione europea dei paesi balcanici. “L’Unione europea deve essere aperta a nuovi stati membri, cosa che contribuirebbe ad accrescere il ruolo dell’Europa nel mondo”, ha detto Napolitano, aggiungendo che l’Italia continuerà a sostenere il percorso di tutti i paesi dei Balcani verso l’Ue. Napolitano, a Zagabria per la sua prima visita ufficiale, accompagnato dal ministro degli Esteri Franco Frattini, ha anche sottolineato l’importanza dell’Iniziativa adriatico-ionica, di cui fanno parte sia Italia che Croazia.
 
Dopo la conferenza stampa con Josipovic, il presidente italiano si è recato presso il parlamento croato dove ha tenuto un intervento apprezzato dai deputati della “Sabor”. Nel suo discorso, infatti, Napolitano ha ribadito che l’ingresso dei paesi della regione dei Balcani nell’Unione europea “è un obiettivo strategico dell’Italia”, aggiungendo che Italia e Croazia devono lavorare assieme per rafforzare la cooperazione nella regione. Il paese balcanico, ha aggiunto Napolitano, si trova davanti due grandi sfide: quella dell’euro e quella della situazione nel Mediterraneo.
 
Il mercato comune, ha detto il capo dello stato italiano, non può sopravvivere senza la moneta unica ed è pertanto necessaria una maggiore coesione politica. La situazione in Nord Africa, ha aggiunto Napolitano, ha ripercussioni su tutto il Mediterraneo, Croazia e Italia incluse. Roma, ha continuato il presidente, sostiene con forza il processo di democratizzazione del Nord Africa.
 

 Il presidente croato, ivo Josipovic, e quello italiano, Giorgio Napolitano

 
L'economia al centro dei colloqui con la premier Kosor
 

Zagabria, 14 lug - (Agenzia Nova) - La cooperazione economica tra Italia e Croazia è stata l’argomento principale dei colloqui di oggi tra la premier croata, Jadranka Kosor, e il presidente italiano, Giorgio Napolitano, in visita a Zagabria per la prima volta in veste ufficiale. La Kosor, da parte sua, ha sottolineato che il governo di Zagabria e la Croazia sono molto interessati agli investimenti italiani, soprattutto nel settore energetico e del turismo. “La Croazia vuole rafforzare la sua economia prima dell’ingresso nell’Ue”, ha affermato la Kosor, ringraziando l’Italia per il sostegno dato al percorso europeo di Zagabria e ponendo l’accento “sulla forte amicizia che unisce i due paesi”. Napolitano ha promesso quindi che Roma continuerà a sostenere la Croazia in tutti i campi, esprimendo apprezzamento per gli sforzi fatti da Zagabria nell'ambito dei negoziati d'adesione all'Ue.

   
     
L'incontro tra Frattini e il ministro Jandrokovic
     

Zagabria, 14 lug - (Agenzia Nova) - Il vicepremier e ministro degli Esteri della Croazia, Gordan Jandrokovic, ha incontro oggi a Zagabria il capo della diplomazia italiana, Franco Frattini, nell'ambito della prima visita del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel paese balcanico. Jandrokovic e Frattini, che per la verità si sono incontrati più volte negli ultimi mesi, hanno confermato l’ottimo stato delle relazioni tra i due paesi. Il ministro croato ha ringraziato il titolare della Farnesina per il sostegno italiano al percorso europeo di Zagabria, che ha recentemente chiuso tutti i capitoli negoziali con Bruxelles e dovrebbe entrare nella famiglia europea nel luglio 2013.

 

Nei colloqui è stato trattato anche il tema della situazione nell’Europa sud orientale, con particolare riferimento alla Bosnia-Erzegovina. I due ministri hanno quindi concordato come i risultati positivi raggiunti dalla Croazia nelle trattative con l’Ue siano un forte incentivo per gli altri paesi della regione. I ministri hanno poi espresso pieno sostegno alla prospettiva euro-atlantica di tutti i paesi del sud est Europa: processo necessario per portare piena stabilità e prosperità alla regione.

   Gordan Jandrokovic e Franco Frattini
     
L'apprezzamento per il contributo croato alla missione Isaf
     

Zagabria, 14 lug - (Agenzia Nova) - Parlando dell’Afghanistan, Napolitano ha affermato inoltre che l’Italia apprezza molto il contributo della Croazia alla missione Isaf (della Nato) nel paese asiatico. “La missione in Afghanistan è difficile e ha un costo umano pesante – ha detto Napolitano – tuttavia è una missione che sta ottenendo risultati e deve continuare per raggiungere gli obiettivi”. Napolitano ha ricordato quindi che oggi si svolgono i funerali dell’ultimo militare morto italiano morto in Afghanistan, Roberto Marchini, e che ieri hanno perso la vita cinque militari francesi.