SIRIA
Mostra l'articolo per intero...
 
Siria: "Le Figaro", il piano francese di aiuti ai ribelli
Parigi, 23 feb 10:49 - (Agenzia Nova) - Che cosa conta di fare in Siria la Francia per salvare gli ultimi bastioni in mano all'opposizione cosiddetta "laica"? Il quotidiano "Le Figaro" pubblica alcuni estratti di una nota confidenziale del ministero degli Esteri che indica quale debba essere la posizione francese dopo la cocente sconfitta patita dai ribelli siriani ad Aleppo alla fine dello scorso mese di dicembre. Per il governo di Parigi le principali priorità sono due: aiutare i ribelli nelle cosiddette "zone liberate" della Siria, nella provincia nord-occidentale di Idlib e nella regione meridionale alla frontiera con la Giordania; e silurare la ricostruzione di una "Siria unitaria", l'opzione preconizzata dall'Alto rappresentante per la politica estera e di difesa dell'Unione europea, Federica Mogherini. La nota, redatta dal Centro di analisi, di previsioni e di strategia del Quay d'Orsay, è intitolata "Quale posto per la Francia nel conflitto siriano all'indomani della caduta di Aleppo?". Da essa si evince che la priorità della diplomazia francese attualmente è di finanziare la "Siria dei margini", appunto gli ultimi bastioni in mano ai ribelli all'estremo nord ed all'estremo sud del paese, piuttosto che la sua ricostruzione, come vorrebbe invece l'Ue e che secondo i francesi avrebbe l'unico effetto di rafforzare il governo di Damasco. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI