SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Nagorno-Karabakh, Erevan delusa dalla risposta tardiva del gruppo di Minsk dell'Osce
Erevan, 11 gen 15:00 - (Agenzia Nova) - Il Gruppo di Minsk dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce) dovrebbe reagire velocemente alle violazioni del cessate il fuoco nel Nagorno-Karabakh. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri armeno Edward Nalbandian, in una nota pubblicata sul sito ufficiale del dicastero. “Ci auguriamo che i copresidenti del Gruppo si attivino per una pronta e decisa risposta all’utilizzo della forza nella zona di conflitto, specialmente nel caso in cui la violazione del cessate il fuoco si traduce nella perdita di vite umane”, si legge nella nota di Nalbandian. Il gruppo di Minsk ha spiegato che le violazioni del cessate il fuoco nel Nagorno-Karabakh, la regione contesa fra Armenia e Azerbaigian, sono in contrasto con gli impegni riconosciuti dai governi dei due paesi. In seguito alla recente escalation della tensione dopo i fatti del 29 dicembre scorso, quando Erevan e Baku si sono reciprocamente accusate di avere compiuto una violazione territoriale, i copresidenti sollecitano i leader di Armenia e Azerbaigian a rispettare rigorosamente gli accordi raggiunti durante il summit di Vienna e San Pietroburgo nel 2016, compresi gli obblighi di finalizzare nel più breve tempo possibile, un meccanismo investigativo diretto dall’Osce. (Res)
ARTICOLI CORRELATI