SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: presidente georgiano, forze occupazione russe hanno "vandalizzato" nostro patrimonio culturale in Abkhazia
Tbilisi, 11 gen 15:15 - (Agenzia Nova) - La comunità internazionale deve “valutare correttamente" le “azioni illegali” che la Russia sta compiendo in territorio georgiano e prendere delle misure pertinenti. Lo ha detto il presidente georgiano Giorgi Margvelashvili, condannando un atto di "vandalismo" che sarebbe stato commesso dalle quelle che ha definito “forze di occupazione russe” che avrebbero distrutto una chiesa del XIX secolo e un cimitero polacco nella regione separatista georgiana dell'Abkhazia per costruire una base militare. Il presidente georgiano ha espresso "profonda indignazione" per la situazione nel villaggio di Tsebelda, in Abkhazia, dove è stata devastata una parte del patrimonio culturale della Georgia. Margvelashvili ritiene che questo "atto deliberato di vandalismo" è una grave violazione delle leggi internazionali, tra cui la Convenzione dell'Aja del 1954 sulla protezione dei beni culturali in caso di conflitto armato. La convenzione regola la condotta delle nazioni durante un conflitto e un’occupazione militare al fine di assicurare la protezione dei siti culturali, dei monumenti e dei reperti, oltre a musei, biblioteche e archivi. La repubblica dell'Abkhazia si era autoproclamata indipendente dalla Georgia il 23 luglio del 1992, una secessione non riconosciuta da Tbilisi e dalla comunità internazionale. (Res)
ARTICOLI CORRELATI