SPECIALE DIFESA
 
Speciale difesa: Libia, parlamento di Tobruk, Italia ritiri suoi militari dal paese
Tripoli, 11 gen 15:30 - (Agenzia Nova) - Il parlamento libico con sede a Tobruk, nell’est della Libia, ha chiesto all’Italia di ritirare il suo personale militare dispiegato a Tripoli per difendere la propria ambasciata, riaperta solo ieri dopo la visita del ministro dell’Interno, Roberto Minniti, nella capitale libica. In un comunicato la Camera dei rappresentanti che si riunisce nell'est del paese ha condannato con forza la presenza di navi militari e di personale dell’esercito italiano nelle acque territoriali libiche. Lunedì scorso, infatti, la maggior parte dei media libici ha dato la notizia dell’ingresso di due navi da guerra italiane cariche di armi e attrezzature dei reparti speciali dell’esercito nelle acque territoriali libiche per mettere in sicurezza la propria ambasciata in vista della sua apertura. “Il parlamento adotterà delle misure in risposta all’Italia che sta cercando così di fare i propri interessi”, si legge nella nota, accusando Roma di “operare per ristabilire il potere coloniale in Libia”. I deputati libici hanno quindi chiesto “il rispetto della sovranità libica” sottolineando che “questa situazione è illegale e contrasta con gli accordi e le leggi internazionali”. (Res)
ARTICOLI CORRELATI