SPECIALE INFRASTRUTTURE
 
Speciale infrastrutture: Israele, società greca Energean userà sistema Fpso per estrazione gas giacimenti Karish e Tanin
Gerusalemme, 11 gen 18:15 - (Agenzia Nova) - La società energetica greca Energean estrarrà gas dai giacimenti offshore israeliani Karish e Tanin utilizzando unità galleggianti di produzione, stoccaggio e scarico (Floating Production Storage and Offloading Unit – Fpso). Lo ha annunciato oggi Mathios Rigas, amministratore delegato di Energean, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta a Tel Aviv oggi. Il sistema Fpso è utilizzato nell'industria petrolifera per la produzione e lo stoccaggio di petrolio o di gas naturale e la distribuzione del prodotto sulle navi-appoggio. Generalmente il sistema Fpso viene utilizzato in luoghi di produzione distanti dalla costa non raggiungibili da oleodotti o gasdotti. La società greca ha accettato ad agosto 2016 di versare 150 milioni di dollari alle società del consorzio, Noble Energy e Delek Group, nell’ottica dell’Autorità anti-trust israeliana di dare competitività al mercato energetico nazionale. Energean si è impegnata a presentare il piano di sviluppo dei due giacimenti entro maggio 2017, ed ottenere un finanziamento di circa 1,3 miliardi di dollari entro dicembre 2017. Secondo l’accordo, Energean inizierà a fornire gas all’economia israeliana entro il 2020. La scelta del sistema Fpso deriva dal fatto che l’unità navale può produrre tre miliardi di metri cubi all’anno di gas in 25 anni, ha spiegato Rigas.

Lo scorso 6 dicembre, il Consiglio petrolifero del ministero delle Infrastrutture, dell’Energia e delle risorse idriche israeliano aveva raccomandato al dicastero di approvare l’accordo che prevede la cessione dei giacimenti di gas naturale di Karish e Tanin alla società greca Energean. I giacimenti di Karish e Tanin contengono circa 60 miliardi di metri cubi di gas. Da parte sua, il ministro dell’Energia Yuval Steinitz ha commentato la vendita dei giacimenti di Karish e Tanin affermando: “Un passo importante per spezzare il monopolio nel settore del gas entro i tempi prestabiliti”. L’ingresso di nuovi attori nella gestione del mercato del gas rafforzerà la competitività e la diversificazione, rafforzando la sicurezza energetica, ha aggiunto Steinitz. Infine, il ministro israeliano ha sottolineato che la competitività nel settore favorirà la sostituzione del carbone nelle centrali di Hadera con il gas naturale, migliorando la salute della popolazione israeliana. (Res)
ARTICOLI CORRELATI